Patogenesi della PCOS: dalle implicazioni metaboliche e neuroendocrine alla scelta del trattamento

{ITA} La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è una condizione eterogenea che interessa il 5-20% delle donne in età riproduttiva. Le caratteristiche comuni di queste pazienti sono la ben nota presenza di un’inappropriata secrezione delle gonadotropine con un aumento della frequenza e dell’ampiezza dei pulse di LH, l’anovulazione e l’iperandrogenismo. Oltre ai ben noti sintomi clinici, la PCOS si caratterizza anche per una serie di problematiche metaboliche come l’obesità e l’iperinsulinemia. Il profilo endocrino di queste pazienti si caratterizza dunque per modificazioni profonde a livello centrale e periferico indotte dal peso, dall’iperandrogenismo e dall’insulino-resistenza. 
Una review recente, ha ipotizzato un’origine primariamente neuroendocrina della PCOS: in particolare, dal momento che l’iperandrogenismo è presente nel 60% delle pazienti PCOS, sono stati valutati gli effetti di elevati livelli di androgeni sull’organismo. Ciò che emerge maggiormente è il ruolo che gli androgeni svolgono a livello centrale nello sviluppo e nella patogenesi delle caratteristiche tipiche della PCOS, anche se ovviamente rimane da determinare in che modo nell’uomo l’esposizione prenatale agli androgeni moduli e modifichi i circuiti che controllano l’ipotalamo. Sono scarsi invece i dati a nostra disposizione relativi a mutazioni genetiche direttamente collegati all’insorgenza di PCOS. L’eziologia dell’iperandrogenismo ovarico disfunzionale resta certamente multifattoriale. Di fatto la PCOS sembra insorgere dall’interazione tra svariati fattori genetici ed ambientali: tra i fattori ereditari includiamo l’iperandrogenismo, l’insulino-resistenza e difetti di secrezione dell’insulina, mentre tra i fattori ambientali si annoverano l’esposizione in epoca prenatale ad un ambiente iperandrogenico, la ridotta crescita fetale (IUGR), l’obesità acquisita. 

Il management dell’infertilità nella paziente PCOS si avvale di numerose strategie terapeutiche tra cui la modificazione dello stile di vita, la chirurgia bariatrica, la Metformina, il Clomifene citrato, il Letrozolo, il drilling ovarico, gonadotropine ed IVF e numerosi prodotti integrativi tra cui inositoli e acido alfa-lipoico. In questa review analizzeremo le ultime novità in merito alla patogenesi della PCOS con la grande eterogeneità delle manifestazioni cliniche e delle implicazioni metaboliche. 

{ENG} Polycystic ovary syndrome (PCOS) is an heterogeneous condition that involve between 5-20% of childbearing age women. Common characteristics of these patients are the presence of an inappropriate pulsatile secretion of LH, anovulation and hyperandrogenism. In addition to the clinical symptom, PCOS is characterized also for metabolic problems as obesity and hyperinsulinemia. Endocrine profile of these patients is marked for deep modifications at central and peripheral level induced by weight, hyperandrogenism and insulin-resistance.

A recent review focused on neuroendocrine origin of PCOS and on the role of hyperandrogenism since this is present in 60% of PCOS patients. The role of the androgens is central in the development and in the pathogenesis of the typical characteristics of PCOS, even if it remains to be determined in which way in human the prenatal exposure to androgens modulate and modify the circuits that control hypothalamus. Aetiology of the dysfunctional ovarian hyperandrogenism is multifactorial. It seems that PCOS could onset between the interaction of different genetic and environmental factors: among genetic factors we include hyperandrogenism, insulin-resistance, defects of insulin secretion, while between environmental factors we find the exposure during the prenatal life to hyperandrogenism, a reduced fetal growth (IUGR), an acquired obesity. 

Management of the infertility in PCOS can be performed using various therapeutic strategies as the modification of lifestyle, bariatric surgery, Metformin, Clomiphene citrate, Letrozole, ovarian drilling, gonadotropins, IVF and many supplementary products as the inositol and alpha-lipoic acid.

The present review will try to disclose PCOS pathogenesis and its great heterogeneity of the clinic manifestations and of the metabolic implications.