Strategie di contraccezione ormonale nella paziente con cefalea

ABSTRACT

{ITA} La scelta contraccettiva ottimale per una paziente con cefalea non può prescindere dalla conoscenza di quelli che sono i principali meccanismi patogenetici implicati nella genesi della crisi di dolore cefalico e deve comprendere un’adeguata valutazione preliminare dei possibili fattori di rischio associati alla patologia di base, nonché delle possibili comorbidità spesso presenti. Inoltre, è fondamentale distinguere tra le cefalea indotta dalla deprivazione estrogenica, come si verifica nella pausa di sospensione di una contraccezione estro-progestinica, e la cefalea indotta dall’uso di ormoni esogeni che peggiora o compare nel corso dei primi tre mesi di utilizzo di una preparazione ormonale.  I più recenti sviluppi farmacologici nell’ambito della contraccezione ormonale consentono una scelta che non è soltanto contraccettiva, ma che può avere anche implicazioni terapeutiche sul versante di talune forme di cefalea.

{ENG} The optimal contraceptive choice for a patient who suffers from headache should be based on the knowledge of the main etiopathogenetic mechanisms involved in the occurrence of head pain in women. Before prescribing contraceptive hormones it is, then, crucial to evaluate all the possible risk factors associated with headache, and the other relevant comorbidities. In addition, it is important to differentiate the so-called estrogen-withdrawal headache, in which head pain occurs during the hormone-free interval of combined hormonal contraception, from exogenous hormone-induced headache which refers to the onset of new head pain or the exacerbation of previously existing headaches within the first 3 months of starting hormonal therapy.  The latest pharmacological advances in hormonal contraception may allow a wide choice, not only for contraceptive porpoise but also for the therapeutic management of some headaches.