Insulina: poca è bene ma troppa sono guai!

Ricordo quando ero ancora studente in medicina e seguivo le lezioni di Medicina Interna, di Cardiologia, e della neo-nata Endocrinologia. A Firenze, negli anni 80, i grandi luminari erano il Prof. Teodori, il Prof. Franchi, il Prog. Giusti e il Prof. Serio e tutti con grande competenza clinica ci rimbambivano di “dictat” su quanto era rilevante il lavoro della insulina per gestire il metabolismo e come questo fosse rilevante per la salute della persona: l’insulina quando manca induce il diabete, con danni metabolici su una miriade di organi dovuta alla iperglicemia, alla ipercolesterolemia. Ipertensione, ictus, infarto, e tanti ancora erano gli spauracchi che a noi studenti di medicina venivano prospettati se mai ci fossimo dimenticati del ruolo della insulina. Ovviamente tutto vero, ma ….. esiste sempre un ma.
Sono passati quasi 30 anni da quando mi sono laureato e poi specializzato in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo (così era chiamata l’Endocrinologia) e per l’insulina e la sua reputazione sono veramente cambiate tante cose!
La percezione che avevo sempre avuto di questo ormone era di tipo “positivo”, del tipo “meno male che c’è”. In effetti è così ma solo in parte, le cose col tempo e con tanta ricerca hanno permesso di capire e di scoprire gli scheletri negli armadi della insulina !

Continua a leggere

Lo Stress Ossidativo e le sue implicazioni nella salute femminile

{ITA} Nell’ultimo ventennio l’importanza del ruolo giocato dal sistema antiossidante nelle cellule degli organismi aerobi, è stata universalmente riconosciuta dalla comunità scientifica internazionale.. Questa breve review ha lo scopo di esporre in particolare qual è il ruolo giocato dallo Stress Ossidativo nelle patologie legate alle varie fasi della vita della donna fin dall’adolescenza. Il controllo del bilancio ossidativo, attraverso la sua valutazione ed il monitoraggio, in varie situazioni critiche della vita femminile (età fertile, menopausa e post-menopausa) si potrebbe rivelare di grande utilità nella prevenzione e risoluzione dei disturbi che caratterizzano le varie fasi della vita della donna con i disturbi ad esse collegati (sindrome pre-mestruale, problemi di fertilità, depressione, rischio cardiovascolare, osteoporosi) e nel rallentare il processo di invecchiamento con l’insorgenza dei disturbi ad esso inevitabilmente correlati.

{ENG} In the past twenty years the role of oxidative stress was universally recognized by scientific international community. Actually we know that the oxidative stress modulates aging process and is a Key factor in the onset, evolution and resolution of several women’s diseases. This short review wants to show how evaluating and monitoring the oxidative balance might provide a base for the development of new strategies in the management of diseases related to the stages of women’s life (pre-menstrual syndrome, fertility problems, depression, cardiovascular disease, osteoporosis) and preventing and slowing the diseases strongly linked to aging.

L’estrogeno naturale nella contraccezione ormonale: rivoluzione o evoluzione?

{ITA} La innovazione delle nuove preparazioni contraccettive è stata l’introduzione degli estrogeni naturali, quali l’estradiolo valerato (E2V) e l’estradiolo micronizzato (E2), per aumentare la sicurezza del preparato. Gli estrogeni naturali inducono minor sintesi di proteine a livello epatico, quali SHBG, angiotensinogeno e fattori coinvolti nel processo della coagulazione ed una minore interferenza sulla sintesi lipidica rispetto all’EE. L’utilizzo di questi composti ha reso necessario un adeguamento della componente progestinica, per correggere lo scarso controllo del ciclo fornito da preparati contenenti E2V o E2 al posto dell’EE. La scelta è quindi caduta su prodotti caratterizzati da un potente effetto progestinico a livello endometriale come il dienogest (DNG), che è stato associato all’E2V, e il NOMAC, estremamente sicuro dal punto di vista metabolico e cardiovascolare, in combinazione con E2. Il potente effetto progestinico a livello endometriale di entrambi questi prodotti determina una riduzione importante del sanguinamento da privazione fino alla sua possibile scomparsa, ponendo l’indicazione all’utilizzo di questi composti per il trattamento dei vari disordini del ciclo mestruale.

{ENG} The innovation of the latest contraceptive preparations is the use of natural estrogens such as valerate estradiol and micronized estradiol to improve the safety. The real advantage of the use of natural estrogens than EE is that they induce less epatic activity in regards to the synthesys of SHBG, angiotensinogen and other factors. The use of such new estrogens has compelled the combination with more appropriate and potent progestins such as dienogest (DNG) and NOMAC, combined to valerate estradiol and to micronized estradiol respectively. Such specific combinations are able to minimize the bleeding up to induce endometrial atrophy and for this are more indicated for the treatment of menstrual disorders.

Abstract selezionati

  • M L Hendriks, T König, R S Soleman, T Korsen, R Schats, P G A Hompes,R Homburg,  C B Lambalk

    Influence of ovarian manipulation on reproductive endocrinology in polycystic ovarian syndrome and regularly cycling women

    Eur J Endocrinol 169: 503-510, 2013

  • Felicia Yarde, Marlies Voorhuis, Madeleine Dólleman, Erik A.H. Knauff, Marinus J.C. Eijkemans, Frank J.M. Broekmans
    Antimullerian hormone as predictor of reproductive outcome in subfertile women with elevated basal follicle-stimulating hormone levels: a follow-up study
    Fertil Steril 100:831–8, 2013

  • Lixia Wu, Qianyu Wu, Lan Liu
    Oral contraceptive pills for endometriosis after conservative surgery: a systematic review and meta-analysis
    Gynecol Endocrinol, 2013; 29(10): 883–890

  • Nathalie Chabbert-Buffet, Jan Gerris, Christian Jamin, Stefano Lello, Inaki Lete, Paloma Lobo, Rossella E. Nappi, Axelle Pintiaux
    Toward a new concept of ‘‘natural balance’’ in oral estroprogestin contraception
    Gynecol Endocrinol, 2013; 29: 891–896

  • Dimitrios Panidis, Konstantinos Tziomalos, Djuro Macut, Eleni A. Kandaraki, Elena A. Tsourdi,Efstathios Papadakis, Ilias Katsikis
    Age- and body mass index-related differences in the prevalence of metabolic syndrome in women with polycystic ovary syndrome
    Gynecol Endocrinol, 2013; 29: 926–930

  • M. Borg, S. Brincat, G. Camilleri, P. Schembri-Wismayer, M. Brincat, J. Calleja-Agius
    The role of cytokines in skin aging
    CLIMACTERIC 2013;16:514–521

  • Robert L. Rosenfield
    Adolescent Anovulation: Maturational Mechanisms and Implications
    J Clin Endocrinol Metab 98: 3572–3583, 2013

  • Mohd Ashraf Ganie, Madan Lal Khurana, Sobia Nisar, Parvaiz Ahmed Shah, Zaffar Amin Shah, Bindu Kulshrestha, Nandita Gupta, Mohd Afzal Zargar, Tariq Ahmed Wani, Syed Mudasir, Farooq Ahmed Mir, and Shahnaz Taing
    Improved Efficacy of Low-Dose Spironolactone and Metformin Combination Than Either Drug Alone in the Management of Women With Polycystic Ovary Syndrome (PCOS): A Six-Month, Open-Label Randomized Study
    J Clin Endocrinol Metab 98: 3599 –3607, 2013

  • Samantha Hocking, Dorit Samocha-Bonet, Kerry-Lee Milner, Jerry R. Greenfield, Donald J. Chisholm
    Adiposity and Insulin Resistance in Humans: The Role of the Different Tissue and Cellular Lipid Depots
    Endocrine Reviews 34: 463–500, 2013