Ipertensione e Terapia Ormonale sostitutiva

{ITA} L’ipertensione è un importante fattore di rischio, modificabile, per lo sviluppo di patologia cardiovascolare. I livelli pressori tendono ad aumentare con l’età, e nelle donne in particolar modo dalla perimenopausa, facendo supporre che la carenza di estrogeni possa essere responsabile di tale cambiamento, anche se non tutti gli studi sono concordi in tal senso. Sono numerosi i meccanismi che modulano la pressione arteriosa, e che vedono l’azione diretta degli ormoni sessuali. Gli estrogeni hanno recettori a livello endoteliale attraverso i quali determinano vasodilatazione endoteliale e la produzione di ossido nitrico. Inoltre agiscono anche a livello del sistema renina-angiotensina-aldosterone. Anche il progesterone ha recettori a livello endoteliale e può incidere sulla modulazione pressoria. Sono discordanti gli studi sugli effetti della terapia ormonale sostitutiva sulla pressione arteriosa, questo a causa della non omogeneità dei gruppi valutati e della varietà di molecole utilizzate. Infatti, per quello che riguarda il progesterone, i diversi tipi di molecola possono aumentare o antagonizzare gli effetti degli estrogeni. Buoni risultati sono stati ottenuti con il drospirenone. Per quello che riguarda gli estrogeni, a parte, i dati negativi ottenuti dai grossi trials americani, viene descritto un effetto positivo sulla riduzione della pressione arteriosa sia per quello che riguarda la terapia orale che transdermica. Per questo motivo, si può affermare che la corretta scelta della combinazione estroprogestinica possa essere una valida alternativa per la prevenzione di malattia cardiovascolare attraverso la modulazione della pressione arteriosa.

{ENG} Hypertension is an important, modifiable, cardiovascular risk factor. Blood pressure values grow up with age, expecially during menopausal transition, this probably because of estrogens deficiency, even if not all the studies agree that estrogens lack is a cause of hypertension. Estrogens receptors are present on endothelial cells and cause vasodilation and nitric oxide production. They also interact in renin–angiotensin system. Also progesterone has receptors on endothelial cells and can control blood pressure values. There are many studies trying to define the relationship between hormone replacement therapy and hypertension, but they are discordant on results because the population is not homogeneous in the different studies and because there are too many varieties of molecules used. Progesterone can have estrogenic or anti-estrogenic effects and can have different effects on blood pressure. There are many studies about the positive effect of drospirenon on hypertension. Even if there are clinical trial describing a negative effect of estrogen on blood pressure, there are also many studies describing an anti-hypertensive effect of transdermal and oral estrogen therapy. For this reason it can be asserted that the correct choice of estroprogestinic combination can be used to prevent cardiovascular disease, through anti-hypertensive action.