Progesterone e Progestinici: la loro azione non solo sull’utero!

Progesterone e Progestinici: la loro azione non solo sull’utero!

Da sempre quando si pensa alla somministrazione del progesterone o di un progestinico, si pensa in automatico a quale sia il suo effetto sull’utero e sull’endometrio. In effetti l’abbinamento del progesterone e/o del progestinico con l’estrogeno è stato sempre pensato in funzione di quella che doveva essere la risposta dell’utero in termini di mestruazione. Perché questo era il solo ruolo pensato per il progesterone/progestinico. Di fatto gli steroidi ovarici sono stati oggetto di importanti studi clinici e di base ma il ruolo del progesterone e dei progestinici ha da sempre avuto meno attenzione di quanto invece ne hanno avuta gli estrogeni. Ma i tempi sono cambiati, oggi esistono ben altre importanti osservazioni che documentano quanto sia importante il ruolo del progesterone o dei progestinici indipendentemente dala funzione uterina dato che è stata dimostrata una specfica capacità legante organo o tessuto specifica per il progesterone/progestinico in quasi tutti gli organi del corpo umano. È questa uno dei tanti temi trattati nel corso del 15° World Congress of Gynecological Endocrinology tenutosi 2 settimane fa a Firenze e che ha confermato quanto l’azione degli ormoni steroidei, sia dell’estradiolo e progesterone quanto anche estrogeni e progestinici di sintesi, siano regolamentate da regole biologiche di sensibilità specifica che ogni organo/tessuto ha, diversa l’uno dall’altro.

Continua a leggere

Pubertà, adolescenza, cervello ed ormoni

Pubertà, adolescenza, cervello ed ormoni

A forza di studiare e lavorare con gli ormoni si finisce per pensare e credere, che siano veramente loro a gestire tutto o quasi della nostra biologia. Oggettivamente è però così!
Tutto parte dal concepimento ed è già durante la vita endouterina che l’effetto degli ormoni condiziona la crescita, lo sviluppo degli organi e degli apparati fino a che non cominciano a darsi da fare loro, gli ormoni steroidei sessuali! pochi ma buoni, con effetti genomici e non genomici permettono di sviluppare il maschio o la femmina della nostra specie.
Facciamo un grande salto, un salto di almeno 8-10 anni. Ed eccoci alle soglie dello sviluppo puberale: partono i trigger della pubertà e lentamente ed inesorabilmente i grandi cambiamenti iniziano, e con quelli biologici si innescano quelli che verso i 13-15 anni danno il via all’adolescenza. Un evento biologicamente importante che ognuno di noi ha vissuto e sperimentato in persona e forse in modo indiretto coi propri figli.
Porte che sbattono, discussioni, grida o silenzi eterni. Questi sono alcuni dei modi di esternarsi dei giovani. L’adolescenza in alcuni ragazzi plasma, anzi induce il tono dell’umore, la reattività, il modo di comportarsi ma in pochi pongono attenzione al fatto che gran parte di questo modo esteriore di manifestarsi adolescenti sta ampiamente dipendendo da come gli ormoni sessuali stanno finendo di plasmare il cervello di questo o quel ragazzo/a.

Frederick Naftolin, durante il corso su Hypothalamic Amenorrhea and other menstrual cycle disorders tenutosi nellì’ambito del 15° Congresso Mondiale della ISGE tenutosi a Firenze nel marzo scorso, ha mostrato con la sua consueta maestria come tutto parta in sordina e come l’adolescenza sia una esplosione di plasticità neuronale ed adattamento. L’evoluzione neuroendocrina dell’adolescenza non è il frutto di quanto accade in termini ormonali in quel momento o di quanto attivato la settimana prima, bensì è la risultatnte di un percorso evolutivo condizionato dal momdo ormonale che si realizza nel corso di vari anni.

Continua a leggere

Progestinici e fibromatosi uterina

Il mioma uterino è la neoplasia uterina benigna più frequente; si sviluppa dalle cellule muscolari lisce che compongono il miometrio [1]. Lo si riscontra come reperto clinico, spesso occasionale, nel 30% delle donne al di sopra dei 35 anni d’età. Il fibroma uterino è solitamente asintomatico, ma nel 30% dei casi può essere causa di sintomi vari, come dismenorrea, menorragia, senso di peso a livello pelvico, infertilità, abortività ricorrente e, quando raggiunge dimensioni elevate, può indurre la comparsa di sintomi da compressione degli organi circostanti, specialmente della vescica [2]. …

Letteratura scientifica selezionata

  • Fatma Ferda Verit

    The prevalence of metabolic syndrome in clomiphene citrate resistant polycystic ovary syndrome
    Gynecological Endocrinology, 2012; 28(5): 365–369

  • Tevfik Yoldemir, Mithat Erenus
    The impact of metabolic syndrome on bone mineral density in postmenopausal women
    Gynecological Endocrinology, 2012; 28(5): 391–395

  • Franca Fruzzetti, Florence Trémollieres, Johannes Bitzer

    An overview of the development of combined oral contraceptives containing estradiol: focus on estradiol valerate/dienogest
    Gynecological Endocrinology, 2012; 28(5): 400–408

  • Elisabeth Lerchbaum, Barbara Obermayer-Pietsch

    Vitamin D and fertility: a systematic review
    European Journal of Endocrinology 2012, 166: 765–778

  • Zeina Haoula, Maisa Salman, William Atiomo
    Evaluating the association between endometrial cancer and polycystic ovary syndrome
    Hum. Reprod. 2012, 27(5): 1327-1331

  • Jin Ju Kim, Young Min Choi, Young Min Cho, Hye Seung Jung, Soo Jin Chae, Kyu Ri Hwang, Seung Sik Hwang, Seung Yup Ku, Seok Hyun Kim, Jung Gu Kim, Shin Yong Moon

    Prevalence of elevated glycated hemoglobin in women with polycystic ovary syndrome
    Hum. Reprod. 2012 27(5): 1439-1444

  • J. A. Simon
    What’s new in hormone replacement therapy: focus on transdermal estradiol and micronized progesterone
    CLIMACTERIC 2012;15(Suppl 1):3–10

  • A.O. Mueck
    Postmenopausal hormone replacement therapy and cardiovascular disease: the value of transdermal estradiol and micronized progesterone
    CLIMACTERIC 2012;15(Suppl 1):11–17

  • A Gompel
    Micronized progesterone and its impact on the endometrium and breast vs. progestogens
    CLIMACTERIC 2012;15(Suppl 1):18–25

  • V. Seifert-Klauss , M. Schmidmayr , E. Hobmaier, T. Wimmer
    Progesterone and bone: a closer link than previously realized
    CLIMACTERIC 2012;15(Suppl 1):26–31

  • P. Villaseca
    Non-estrogen conventional and phytochemical treatments for vasomotor symptoms: what needs to be known for practice
    CLIMACTERIC 2012;15:115–124