Il carcinoma mammario: diagnostica e trattamento chirurgico nella donna tra età fertile e premenopausa.

R esponsabile a livello globale di oltre il 20% delle morti per tumore nel sesso femminile 1 , il carcinoma mam – mario è nella donna il primo tumore tanto per inci – denza quanto per mortalità: soltanto negli Stati Uniti il triste primato concernente la mortalità è diventato appannaggio del carcinoma broncogeno, tumore in forte ascesa a seguito dell’af – fermarsi, tra le donne, dell’abitudine tabagica 2 . Per il carcinoma mammario si conoscono diversi fattori di rischio: è nondimeno opportuno ricordare fin d’ora che più della metà dei casi di carcinoma mammario non è ricondu – cibile ad alcun fattore di rischio noto, a prescindere dal sesso femminile e dall’invecchiamento 2 . Una rassegna sistemati – ca dei fattori di rischio viene generalmente aperta dall’esame dei fattori demografici: sesso ed età. Il carcinoma mammario è appannaggio quasi assoluto del sesso femminile: il rapporto femmina/maschio è pari a 150:13. Per ciò che riguarda l’età la neoplasia colpisce maggiormente le donne dopo i 25-30 anni, salvo rarissime eccezioni 3 . Il tasso d’incidenza presenta un an – damento peculiare, diverso da quello di tutti gli altri tumori epiteliali non dipendenti da fattori ormonali e riproduttivi: a partire dai 25 anni, il tasso aumenta esponenzialmente con l’età (come per gli altri tumori epiteliali) fino al periodo perimeno – pausale (compreso grosso modo tra i 45 e i 53 anni); in questo intervallo temporale l’incidenza cessa di crescere e subisce anzi una lieve diminuzione, per poi riprendere a crescere, ma con un “rate” inferiore, dopo l’età della menopausa 4 .