…. e pensare che per l’uomo mangiare è sempre stato un problema!


Quando si deve trovare delle soluzioni per i propri pazienti spesso si cerca di trovarle tra le cose più facili e semplici da realizzare. Quando si parla di eccesso di peso e di controllo alimentare, è molto semplice per tutti dire “stia a dieta”. Parlare di dieta significa fare un programma ed un progetto alimentare per cui il o la paziente dovrà stare a delle regole e, se vuole ottenere il risultato della riduzione del peso, dovrà certamente seguirle in modo attento.
Sappiamo bene come l’eccesso di peso, dal banale sovrappeso, possa lentamente portare all’obesità se non si focalizza che si deve prestare attenzione. Le alterazioni antropometriche che volgarmente misuriamo in kg sulla bilancia come possono essere così difficili da controllare e contenere? ma come ha fatto la specie umana ad arrivare a questa lento e progressivo scivolare verso l’obestità e le sue patologie?
La mia indole di fiorentino purosangue ha subito pensato, in modo goliardico, che il vero ed unico colpevole non poteva essere che il povero Cristoforo Colombo: oltre a scoprire l’America nel 1492, l’anno successivo, col suo rientro in Europa, aveva portato con se le nuove colture agricole, e cioè quelle della patata e della canna da zucchero. In pratica le basi “vegetali” per il maggiore apporto di amidi e zuccheri con la alimentazione.
Ma è qui che la domanda sorge spontanea: come è possibile che la specie umana si ritrovi, dopo centinaia di milioni di anni di lenta evoluzione, a subire dei problemi dovuti all’eccesso di peso e dei danni organici quali il diabete, e le tante malattie ad esso correlato, come i disturbi cardiovascolari, ossei, respiratori, unicamente innescate dall’eccesso di tessuto adiposo e dalle alterazioni indotte da questo? Continua a leggere

Eparina e gravidanza: sempre, mai, quando?

ABSTRACT
{ITA} È un elemento di grande interesse il ruolo e l’uso dell’eparina a basso peso molecolare (EBPM) nel corso della gravidanza.
Al fine di sapersi meglio orientare dovremo valutare i rischi di tromboembolismo in corso di gravidanza per poi passare a ad
analizzare le evidenze disponibili sull’efficacia e sicurezza delle EBPM per la prevenzione del TEV in gravidanza, ed infine discuteremo
l’impiego di questi farmaci nell’ambito delle patologie riproduttive..

{ENG} The use of low weight eparine is of great interest, especially during pregnancy. For a better understanding it is relevant to
disclose the risks of venous tromboembolism so that to define the putative use of eparines during pregnancy to avoid tromboembolisms.
Eparine administration have to be considered also in specific reproductive diseases.

Video news


Marco GambaccianiChe ruolo ha il calcio nella terapia dell’osteoporosi?
menopausa

Andrea R. GenazzaniC’è una correlazione tra i classici sintomi vasomotori, le vampate e il tono dell’umore in menopausa?
Menopausa


Marco GambaccianiL’osteopenia e poi l’osteoporosi si possono prevenire in qualche modo sapendo che avvicinandosi alla premenopausa il metabolismo dell’osso cambia?
Menopausa

Rossella NappiLa terapia ormonale sostitutiva si può sempre prescrivere a tutte le donne che entrano in menopausa?
TOS